Amministrazione
RICEVE solo con APPUNTAMENTO

030 244050 / amministrazione@donboscobrescia.it

PER RINNOVI ISCRIZIONE E PAGAMENTI QUOTE
SOLO IN AMMINISTRAZIONE
 


Rinnovo iscrizioni
Il RINNOVO agli anni scolastici successivi al PRIMO ANNO già frequentato presso le nostre scuole 
è AUTOMATICO! ...
con la compilazione di un′apposita scheda di "rinnovo iscrizione" si potrà snellire e gestire l’iscrizione - INFO SOLO IN AMMINISTRAZIONE -
 


Donazioni
 

Sec I grado
Organizzazione orario ed extra-scolastico

Le attività extra-scolastiche che la nostra scuola propone sono facoltative, ma rientrano nel nostro progetto formativo perché contribuiscono alla formazione umana del ragazzo come risulta dalle finalità generali. si svolgono di norma al pomeriggio dalle 13.30 alle 16.30 e si svolgono in due momenti:

MENSA con CUCINA INTERNA

Tempi: dal lunedì al venerdì 13.20-14.00
Durata: per tutti i giorni di frequenza scolastica vi è la possibilità di pranzare in istituto.
Modalità: self-service.

RICREAZIONE 

Tempi: dal lunedì al venerdì 13.20-14.45
Modalità: oltre al gioco libero e spontaneo, vengono organizzati tornei di calcio di basket e di pallavolo. L’assistenza è assicurata dalla presenza attiva del Coordinatore della Formazione, Coordinatore Didattico e Consigliere.

STUDIO- DOPOSCUOLA 

Tempi: dal lunedì al giovedì 14.50-16.30.
Lo Studio pomeridiano ha come principale obiettivo fornire un ambiente assistito dove poter svolgere in silenzio i compiti assegnati. I ragazzi verranno suddivisi in due studi differenti a seconda della classe frequentata. Saranno assisti a turno dai docenti della scuola, dal consigliere, dal coordinatore della formazione e della didattica. La scuola non può assicurare il completo svolgimento dei compiti assegnati per il giorno successivo, per motivi legati all’impegno dell’alunno e alla quantità del lavoro da svolgere. Lo studio pomeridiano non è un recupero individuale.

SPAZIO DI ASCOLTO

Con l’inizio della scuola secondaria inizia un periodo di crescita molto importante per i ragazzi che si trovano a dover affrontare dubbi e perplessità sulla propria identità e sul rapporto con gli altri; questi nuovi mutamenti coinvolgono anche la famiglia che si trova ad dover accudire non più un bambino ma nemmeno un adulto, oltre a dover affrontare i problemi di tutti i giorni in una epoca in cui gestire e parlare di “famiglia” in modo sereno e coerente è molto difficile.
Per questo motivo la nostra scuola che da sempre è molto attenta al benessere dei giovani da diversi anni attiva all’interno della scuola un servizio di counselling psicologico chiamato ”Spazio di Ascolto” a disposizione dei genitori, degli studenti e dei professori. Una volta alla settimana abbiamo a disposizione una psicologa psicoterapeuta che può aiutare i ragazzi ad affrontare i loro problemi in un contesto in cui non si sentono giudicati e in cui possono parlare liberamente. I genitori possono utilizzare questo servizio per avere delle indicazioni per potersi relazionare con i propri figli nel modo più adeguato.
Lo spazio di ascolto non è un luogo terapeutico, ma un posto in fare domande ed evitare che i dubbi si trasformino in problemi. Le modalità di accesso verranno spiegate ad inizio anno con la presentazione del servizio.

Nelle classi terze si terrà il "laboratorio socio affettivo"  nel quale, con l'aiuto di un'ostetrica e la presenza della psicologa, si affronterà  l'argomento della sessualità e dell'affettività sia dal punto di vista strettamente biologico quindi legato al corpo e al rapporto fisico, sia dal punto di vista emotivo parlando di sentimenti e legami intimi. L'obbiettivo di questo laboratorio calato nella realtà salesiana è quello non solo di fornire conoscenze in merito allo sviluppo del corpo in età preadolescenziale, ma anche quello di proiettare i cambiamenti fisici all'interno di un sistema di relazioni che a questa età sappiamo essere centrale per la vita dei ragazzi. La conoscenza di se e degli altri permette inoltre di poter affrontare scelte di vita responsabili e  nel rispetto  del proprio corpo.  La parte del laboratorio che riguarda più l'aspetto affettivo ed emotivo ha l'obbiettivo di generare riflessioni sull'importanza di vivere la sessualità non come fine a sé stessa ma  legata al rapporto intimo di affetto e amore  e calate nella realtà di un  rapporto di coppia basato sul rispetto reciproco e sul sentimento.

Sempre nelle classi terze si affronterà l'argomento delle nuove dipendenze soffermandosi maggiormente sugli effetti e sui danni delle sostanze stupefacenti.  Come precedentemente detto la conoscenza, anche in questo ambito, è la base per fare scelte di vita  mature nel rispetto di se stessi. E' inoltre un'occasione per fare chiarezza tra le molteplici e spesso errate informazioni che i ragazzi hanno a riguardo delle sostanze. L'obbiettivo è quello di rendere consapevoli i ragazzi della drammaticità e della pericolosità dell'utilizzo di sostanze stupefacenti non solo per se stessi ma anche per gli altri, nella dimensione del dialogo e del confronto costruttivo con esperti e adulti ma anche tra gli stessi coetanei.

Nelle classi seconde invece  la scelta è quella di affrontare l'argomento dei disturbi alimentari dal punto di vista strettamente psicologico (anoressia, bulimia.. ecc): fornendo le caratteristiche basilari delle patologie  al fine di sottolineare l'importanza non solo di una corretta alimentazione ma anche di un buon rapporto con l'immagine di sè e del proprio corpo. A questa età infatti l'immagine di sè è spesso basata solo sull'aspetto fisico fornito e veicolato dai mass media, questo porta ad abitudini alimentari errate che possono sfociare in malesseri psicologici. per questo l'intervento è affiancato dall'insegnante di scienze e di motoria con i quale approfondiranno il tema della buona e corretta alimentazione funzionale ad un buon sviluppo psicofisico.

Ogni mercoledì pomeriggio vi è la possibilità di accedere allo spazio di ascolto, sia per i ragazzi che per i genitori,  momento dedicato ad un confronto con la psicologa. Lo scopo è creare uno spazio a cui i ragazzi possano fare riferimento per parlare di sé senza sentirsi giudicati, in questa età dove le relazioni con i coetanei e gli adulti acquisiscono importanza e possono generare qualche difficoltà. I ragazzi  possono accedere allo sportello di ascolto non solo per richiedere un aiuto personale ma anche per trovare un interlocutore adulto, un ascoltatore attento.

Durante il regolare svolgimento delle lezioni della mattina sono attivi alcuni percorsi di supporto didattico personalizzato per studenti in difficoltà, in accordo con le famiglie e con il consiglio di classe, la psicologa utilizza questo momento per lavorare in modo individuale sulla motivazione allo studio che spesso in alcuni ragazzi con difficoltà è molto bassa e fornire  loro le strategie per affrontare le richieste della scola in modo efficace e autonomo. L'obbiettivo è quello di dare la possibilità ad ogni alunno, anche quelli in difficoltà di sentirsi efficaci e  di acquisire maggiore sicurezza.




solo per Nuove Iscrizioni
SOLO  IN DIREZIONE
con appuntamento

T 030244050 - centralino@donboscobrescia.it
  
Nel colloquio si presenterà stile, metodologia educativa salesiana e conoscenza della famiglia e del futuro allievo/a. 

Si raccomanda di portare copia della PAGELLA SCOLASTICA
Dopo il colloquio di accettazione sarà possibile iscriversi alla scuola.
 


Rette scuole salesiane
 


Orario di segreteria
PERIODO SCOLASTICO 
dal LUNEDI’ al GIOVEDI’
8.30/12.30  - 14.30/16.30
VENERDI’
8.30/12.30


GIUGNO
dal LUNEDI’ al GIOVEDI’ 
9.00/13.00 - 14.00/16.00
VENERDI’
9.00/13.00


LUGLIO
SOLO SU APPUNTAMENTO


AGOSTO SEMPRE CHIUSO

L′AMMINISTRAZIONE RICEVE
SOLO CON APPUNTAMENTO
 
 


Istituto Salesiano Don Bosco - 25125 - Brescia. Via San Giovanni Bosco, 15. Tel. 030 244050. Fax. 030 2440582.
Ente con PG DPR 29.12.1967 n° 1381 Reg. 23.01.1968 n° 217 fg. 09 - Iscrizione Prefettura di Brescia PG n° 96 - P.I. / C.F. 00838550176
Tutti i diritti sono riservati